Cessione crediti inesigibili per cancellazione dal bilancio

titolo-servzi-per-le-imprese

Cessione crediti inesigibili per cancellazione dal bilancio

Operazioni di acquisto di crediti commerciali a sofferenza, inesigibili, di dubbia o difficile esigibilità vantati da imprese “in bonis”, verso altre imprese o verso procedure concorsuali a seguito di fallimento o concordato.

Cessione dei crediti a sofferenza con formula pro-soluto, finalizzata alla cancellazione dal bilancio con la trasformazione dei crediti insoluti da oltre 12 mesi in perdite fiscalmente deducibili.

L’acquisto dei crediti a sofferenza viene effettuato dalla LGV Srl, autorizzata dalla Questura di Pisa ex art. 115 del TULPS, in base all’art. 2, comma 2, del DM n. 53 del 02 aprile 2015 che abilitata a tale attività le società titolari della licenza per il recupero stragiudiziale di crediti ex art. 115 del TULPS.

Sintesi dei principali vantaggi della cessione pro-soluto dei crediti a sofferenza

  • conseguire una perdita certa deducibile fiscalmente pari a circa il 27% del credito ceduto, ottenendo un beneficio economico e finanziario certo, conformemente alla normativa fiscale ed alle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate;
  • agevolare il rapporto con banche e fornitori, migliorando il proprio rating, anche bancario, con un bilancio più “pulito”. Il volume dei crediti nell’attivo di bilancio è, infatti , una delle voci che società di rating, fornitori e banche valutano con attenzione poiché possono essere sintomo di insolvenza dei clienti dell’azienda, con ripercussioni sui flussi di cassa;
  • presentare un bilancio più “trasparente” e “veritiero” eliminando dallo stesso poste attive, prive di valore, conformemente agli obblighi di legge.


ăn dặm kiểu NhậtResponsive WordPress Themenhà cấp 4 nông thônthời trang trẻ emgiày cao gótshop giày nữdownload wordpress pluginsmẫu biệt thự đẹpepichouseáo sơ mi nữhouse beautiful